SLIGACHAN OLD BRIDGE: IL PONTE DELL’ETERNA GIOVINEZZA IN SCOZIA

SLIGACHAN OLD BRIDGE: IL PONTE DELL’ETERNA GIOVINEZZA IN SCOZIA

Conoscete già lo Sligachan Old Bridge? Se siete stati a Skye probabilmente lo avrete visto o, quanto meno, ci sarete passati accanto.
Questo grazioso ponticello si trova in una posizione davvero scenografica. In questo articolo, però, più che del ponte in sè vi parleremo delle leggende sulle acque che passano sotto lo Sligachan Bridge.
Preparatatevi allora ad “immergervi“, non solo figurativamente, in un mondo di magia ed incantesimi.


Lo Sligachan Old Bridge sull’Isola di Skye

Lo Sligachan Old Bridge è un antico ponte in roccia circondato da una sorta di anfiteatro montano che offre uno scenario ideale per scatti fotografici meravigliosi.

Sligachan Old Bridge Scozia

Se sbarcherete sull’Isola di Skye, provenendo da Armadale con il traghetto, lo troverete lungo la vostra strada verso Portree.
Si trova appena fuori dalla A87 tra Portree e Kyleakin.
Il ponte, in ogni caso, si trova ad un crocevia fondamentale per visitare l’isola di Skye, per cui probabilmente vi capiterà di passarci anche altre volte.
Da Dunvegan o Talisker, la strada A863 conduce direttamente lì.

Il nostro consiglio, se possibile, è di fermarsi qui in orari non di punta, per goderselo senza la presenza di troppa gente.
C’è la comodità di un bel parcheggio e pure la possibilità di mangiare all’hotel che si trova a pochi metri.
Si dice che la prima locanda in questa posizione sia stata costruita intorno al 1700.
Il nuovo hotel è stato costruito nel 1830 e da allora è servito da base per gli escursionisti. C’è anche un piccolo museo di arrampicata lì, che espone documenti e fotografie a partire dal 1913.
Per non parlare del parchetto che, se come noi viaggiate in famiglia, farà la gioia di grandi e piccini.

Sligachan Bridge Hotel

Sligachan Bridge Parco giochi

Qui, inoltre, avrete la possibilità di fare una piacevole passeggiata sulle sponde del torrente.
Ci sono infatti un paio di sentieri che partono ai lati del fiume, dove si aprono scenari e vedute panoramiche incantevoli.
La vista delle montagne del Cullin che fanno da sfondo dietro il ponte non vi deluderanno.

Leggi anche: Isola di Skye, itinerario di 2 giorni per vedere il meglio

Sligachan Old Bridge e le leggende sulle acque dell’eterna giovinezza

Ma vi è di più.
Si racconta che le acque, che attraversano il fiume sotto lo Sligachan Old Bridge siano incantate ed abbiano poteri magici.
E – attenzione donne – pare garantiscano addirittura “la bellezza eterna”.
In realtà, ci sono un paio di leggende su queste acque miracolose.
Ve le raccontiamo entrambe!!!

La prima leggenda del ponte di Sligachan in Scozia

Secondo una di queste leggende, due clan scozzesi, che erano costantemente in guerra tra loro, decisero di trovare un accordo.
L’uomo più bello di un clan avrebbe sposato la donna più bella dell’altro clan.

Nel giorno fissato per il matrimonio, la bellissima sposa si mise in viaggio a cavallo con un servo, per andare incontro al suo futuro marito.
Purtroppo improvvisamente il cavallo si spaventò e la donna venne scaraventata giù da un ponte, cadendo sulle rocce sottostanti.
Riuscì a mala pena a salvarsi e  sopravvivere. Ma la donna, una volta bella, a seguito della caduta era ormai orribilmente sfigurata.

Sligachan Bridge leggenda

Per timore che il patto concluso dal suo clan venisse meno e iniziasse di nuovo la guerra, il suo servitore l’aiutò a nascondere il viso sfigurato sotto un velo, con l’intenzione di rivelarsi soltanto dopo la cerimonia.
Tuttavia, quando il marito scoprì che la sua “bellissima” sposa era orribilmente sfregiata, il bell’uomo impazzì.
Nella sua rabbia per essere stato ingannato, picchiò selvaggiamente la sua nuova sposa, il suo servo e persino il cavallo, buttandoli fuori dal castello perché morissero di stenti.

Sanguinanti, pieni di percosse, senza un posto dove poter andare, i tre tornarono al ponte dove la donna era caduta.
Questa iniziò a fissare l’acqua e pregò di morire.
Impietosita, la regina delle fate apparve loro. Vedendo il loro dolore e la loro bontà d’animo, disse ad ognuno di immergere il loro viso nell’acqua per 7 secondi ciascuno. Poichè l’acqua era magica, non solo avrebbe guarito le loro ferite, ma avrebbe ripristinato la loro bellezza… per sempre.
A turno, la donna, il servo e il cavallo misero tutti i loro volti nell’acqua e, come aveva promesso la fata, ognuno guarì e divenne più bello di prima.
La bella donna e il suo servo, ormai divenuto bellissimo, si innamorarono e si allontanarono (sul loro altrettanto bel cavallo) al tramonto per vivere felici e contenti.

…….. e la seconda leggenda sulle magiche acque.

Molti anni fa, sull’Isola di Skye, viveva la più forte guerriera di tutta la Scozia. Si chiamava Scáthach.
La fama della sua forza e del suo coraggio si diffuse ovunque, anche oltre i confini, fino a giungere alle orecchie del più forte guerriero d’Irlanda, Cúchulainn.

Cúchulainn sapeva che se voleva mantenere alta la sua reputazione avrebbe dovuto mettere fine a queste voci e sconfiggere Scáthach, dimostrando così di essere il migliore.
Salpò quindi per l’isola di Skye.
Una volta arrivato si imbatté in un tirocinante di Scáthach, cui chiese subito che la sua padrona venisse ad affrontarlo.
Scáthach, ovviamente, non si tirò indietro e si presentò per affronarlo e dimostrare a tutti quale dei due guerrieri fosse il più forte.

Sligachan Bridge Isola Skye

Tutti trattenevano il fiato mentre questi due guerrieri combattevano l’uno contro l’altro .
Quando partirono i primi colpi, la terra scrollò i petali di tutti i fiori nella valle circostante, i bambini iniziarno a cercare le loro madri e i cavalli a nitrire spaventati.
Nessuno dei due era disposto a cedere: era una lotta all’ultimo sangue.

Per la preoccupazione, la figlia di Scáthach corse via, piangendo, verso il fiume.
Non poteva sopportare di vedere morire sua madre e così chiese agli angeli e alle fate di salvarla.
Il suo dolore era così intenso che, combinato con le grida della vicina battaglia, raggiunse le orecchie delle fate.
Come probabilmente sapete,  l’acqua è una porta, una sorta di tramite, tra il mondo fatato e il nostro.

Sligachan Bridge leggende

Alcune fate andarono da lei e raccolsero delicatamente le sue lacrime, che versarono in acqua come offerta alla regina delle fate.
Le sue lacrime piene d’amore avevano talmente commosso  le fate che queste decisero di esaudire il suo desiderio.
Le chiesero di lavarsi il viso nel fiume e non appena fatto ciò, le fu improvvisamente chiaro come avrebbe potuto fermare la battaglia e salvare sua madre.

Tornò a casa, fermandosi lungo la strada a raccogliere erbe profumate e noci, e le mise sul fuoco.
Immediatamente il delizioso aroma si diffuse per tutta la valle giungendo anche ai due combattenti.

La ferocia della battaglia iniziò a placarsi. Entrambi si resero conto di essere stanchi ed affamati.
Decisero di deporre le armi e, concordata una breve tregua, si avviarono verso la casa della guerriera di Skye.
Li attendeva la figlia di Scáthach che aveva preparato un pasto degno di questi leggendari guerrieri.
Mentre Cúchulainn mangiava, sotto il tetto di Scáthachs, entrambi i guerrieri si resero conto che non avrebbero più potuto farsi del male a vicenda.
Per tradizione, infatti, in tutte le terre del nord, l’ospite è sacro e mai, per nessuna ragione al mondo, gli si può far del male.

Sligachan Bridge Scotland

Da allora, si dice che a causa della bellezza della figlia di Scáthach e delle sue lacrime d’amore riversate nel fiume, a chiunque sarà abbastanza coraggioso da immergere la faccia nelle acque sotto il ponte di Sligachan, sarà garantita la bellezza eterna.

Tentar non nuoce…Ecco le istruzioni e come fare!

Che crediate o meno a miti e leggende – e in Scozia sapete bene che pullulano -, un tentativo lo si può fare. Non si sa mai!!!
Tenete presente, però, che lavarsi il viso in quella che molti definiscono la “fonte dell’eterna giovinezza” non è una cosa così semplice come sembra!

Bisogna, innanzitutto, arrampicarsi un pò sulle rocce e fare attenzione a non scivolare.
In secondo luogo, è necessario immergere  la faccia nell’acqua, e non, semplicemente, portare l’acqua fino al vostro viso. Per fare questo, occorre tenere mani e ginocchia a bordo della riva e immergere completamente il viso per sette secondi.
Fate attenzione e ricordate che siete in Scozia e l’acqua è tutt’altro che calda!

Sligachan Bridge leggenda

Sligachan Bridge Skye leggenda

Inoltre, non vi dovete asciugare il viso una volta fuori dall’acqua, è necessario che il viso si asciughi da solo naturalmente.
A questo punto ringraziate le fate per la loro gentilezza, ricordandovi sempre di ciò che è veramente importante nella vita.
Se il vostro cuore è sincero, potrete sperare di ottenere la bellezza eterna!
Per la serie, tentar non nuoce. Noi ci abbiamo provato, anche se in verità in famiglia non siamo ancora certi che abbia funzionato.


Hai fatto tappa anche tu allo Sligachan Old Bridge? Conoscevi le leggende sulle acque che passano sotto a questo ponte? Lasciaci un commento qui sotto!

2 thoughts on “SLIGACHAN OLD BRIDGE: IL PONTE DELL’ETERNA GIOVINEZZA IN SCOZIA

  • 30 Agosto 2019 at 18:53
    Permalink

    Grazie di cuore!!! Troppo buona!!!! 😘

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.